Parole chiave dell'Off-site Academy

BUILD TO RENT

Il “build-to-rent” è la formula immobiliare, mutuata da una vasta esperienza internazionale, che si configura come grande opportunità in questo momento in cui il mercato immobiliare deve rispondere alle mutate esigenze del mercato che si sta orientando verso abitazioni in affitto a valori sostenibili. Un’occasione non solo per gli investitori immobiliari, ma anche per le costruzioni: arriverà una nuova domanda attenta sia ai costi di costruzione che ai parametri tipici della qualità edilizia per l’intero ciclo di vita del prodotto immobiliare, ossia performance energetiche, durabilità, costi di manutenzione, flessibilità degli spazi e qualità architettonica. Aspetti che cambieranno il dialogo tra mondo dei costruttori e del real estate e nel quale vedremo emergere più Moderni Metodi di Costruzione (MMC) capaci di rispondere meglio a questa domanda.

MMC

Moderni Metodi di Costruzione (MMC): una sigla che rappresenta la vasta famiglia di metodi ed approcci su cui si basa il recupero di produttività ed efficienza nei processi edilizi, la ricerca di qualità, di sostenibilità e di una maggior aderenza alle necessità del cliente. A livello internazionale si stanno definendo diverse categorie di MMC, che comprendono diversi approcci di edilizia off-site (sistemi tridimensionali, bidimensionali, singoli elementi o moduli), sistemi costruttivi o processi ad alta efficienza tradizionali o radicalmente innovativi, come la produzione additiva. Tali soluzioni richiedono nuovi approcci allo sviluppo immobiliare e alla progettazione, come il Design for Manufacturing and Assembly (DfMA).

DfMA

Design for Manufacture and Assembly: rappresenta un processo di progettazione che consente a subappaltatori specializzati di produrre elementi significativi delle costruzioni in un ambiente preposto alla manifattura. La progettazione per la produzione e l’assemblaggio è un approccio che facilita una maggiore produzione off-site, minimizzando così le attività in cantiere, caratterizzate spesso da minor produttività e qualità. Consente agli edifici di essere costruiti in modo più rapido e sicuro e più efficiente sotto il profilo delle risorse e dei costi. Il DfMA non impedisce una qualità di progetto né richiede alcun compromesso nella qualità delle finiture o dei materiali, ma consente l’adozione nell’ambiente costruito di soluzioni e approcci di mass-customization, già comuni in altri settori.

MODULAR HACKATHON

La comprensione dei nuovi concetti e approcci sarà facilitata da un innovativo esercizio applicativo affrontato in team multidisciplinari guidati dai maggiori esperti nazionali: la Modular Hackathon nasce per acquisire le competenze  ecessarie, sperimentando in prima persona nuovi approcci allo sviluppo e al progetto. Operatori immobiliari, sviluppatori e progettisti, grazie alla Modular Hackathon, hanno acquisito familiarità con strumenti e metodologie per l’edilizia off-site. Quest’anno il lavoro di team sarà facilitato da PRISM, una piattaforma open source per lo sviluppo immobiliare off-site promossa dal Comune di Londra, Bryden Wood e Cast.