EDILIZIA OFF-SITE: RISPOSTA ALLA CRISI CLIMATICA

News

Limitare l’uso delle risorse naturali, soprattutto di quelle non rigenerabili deve diventare una priorità a tutti livelli, secondo Martin Brown, Sustainability Provocateur di Fairsnape (Regno Unito).

Brown, consigliere e co-fondatore del Living Future Institute Europe, è un "provocatore" innovativo, sostenitore e consulente per il miglioramento aziendale.

Con un’esperienza di oltre 45 anni, nel Regno Unito e all'estero, su project management, miglioramento aziendale e sostenibilità, supporta molte organizzazioni; esplora il nostro futuro sostenibile, mettendo in evidenza le scelte difficili che affrontiamo e le opportunità che abbiamo di creare un domani migliore. Comprendendo i cambiamenti climatici, riconnettendosi con la natura, ripensando la gestione del carbonio e i materiali che utilizziamo nei nostri edifici, Brown riconosce che tutti possiamo immaginare di meglio e stimolare miglioramenti.

Per Brown, l’edilizia non può ignorare il problema climatico, perché è responsabile del 40% delle emissioni, dei rifiuti, del consumo energetico. Una possibilità importante è senza dubbio rappresentata dallo spostamento dal cantiere alla fabbrica di buona parte delle lavorazioni, questo permette di avere un maggiore controllo sui rifiuti e sulle emissioni di carbonio ed inoltre riduce il traffico sulle strade.

Ascolta tutta l’intervista.