Il Viceministro Nencini al Club REbuild

Comunicati stampa

Si è tenuto a Verona nella sede di Manni Group il Club REbuild, a cui ha partecipato anche il Viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Riccardo Nencini. Per le imprese presenti è stata un’occasione importante per identificare e proporre gli elementi e le condizioni su cui si fonda una nuova edilizia industrializzata. Il Viceministro ha già fissato, il 26 settembre, un incontro a Roma tra i Ministeri delle Infrastrutture, dello Sviluppo Economico e dell’Ambiente con la Community di REbuild, per raccogliere le proposte delle imprese.  

REbuild è da 7 anni luogo di confronto e di apprendimento ma è nel Club che l’innovazione assume un carattere operativo. Il Club REbuild è infatti un laboratorio di open innovation del comparto edile in cui si generano e si concretizzano iniziative e progetti capaci di supportare l’evoluzione del mercato e la competitività delle imprese.

All’incontro di Verona - a cui hanno partecipato una ristretta selezione di rappresentanti di importanti imprese italiane parte della Community di REbuild -  i lavori si sono concentrati sulle principali leve per avviare in Italia un mercato nazionale dell’edilizia off-site, in linea con diversi altri governi che stanno supportando tale trasformazione con la massima attenzione.

Durante la mattinata sono state analizzate in particolare: le condizioni ed i servizi finanziari con il supporto di Unicredit e possibili interventi sul quadro regolativo grazie all’intervento di Gianni Silvestrini, direttore scientifico Kyoto Club.

L’appuntamento si è chiuso con l’intervento del Viceministro Riccardo Nencini con cui i presenti hanno avuto la possibilità di interagire presentando istanze e aspettative. Nencini ha dichiarato il suo interesse a proseguire il confronto coinvolgendo anche altri due ministeri: quello dello Sviluppo Economico (MISE) e quello dell’Ambiente.

L’incontro, a cui parteciperanno un gruppo selezionato di imprese della Community REbuild, è stato fissato per il 26 settembre a Roma.

SCARICA QUI IL COMUNICATO