Ance Giovani sceglie REbuild per formare il costruttore 4.0

Comunicati stampa

ANCE Giovani con la nuova presidenza di Regina De Albertis è partita sotto il segno dell’innovazione con un programma serrato di attività e ha stretto con REbuild, la piattaforma che da sette anni stimola l’attenzione della Community su temi legati all’innovazione, una collaborazione per predisporre una serie di incontri volti a fornire ai giovani di Ance gli strumenti utili a cogliere le opportunità di un’edilizia che si rinnova.

L’accordo pluriennale di collaborazione si sostanzia, nel primo anno, in una serie di incontri nel corso dei quali verranno approfonditi gli aspetti di innovazione di cui è portatrice l’edilizia 4.0, le nuove opportunità di business che si aprono per il settore e le occasioni che la piattaforma di comunicazione e di eventi di REbuild mette a disposizione.

Il 17 aprile, a Roma, nella sede di ANCE Giovani a partire dalle ore 11.00, si parlerà di approcci e tecnologie che caratterizzano l’edilizia offsite. Manni Group, Wood Beton, Wolf Haus, realtà che già questo approccio conoscono e praticano, illustreranno le potenzialità dell’edilizia 4.0 a cui seguirà un breve dibattito moderato dalla presidente De Albertis.

“Sono davvero entusiasta di iniziare questa collaborazione – ha sottolineato De Albertis. ANCE Giovani e REbuild si pongono il medesimo ambizioso obiettivo che è quello di contribuire a creare valore nel sistema dell'edilizia italiana e di farlo in un'ottica nuova, proiettata verso i nuovi mercati e le opportunità che si possono aprire a livello nazionale e internazionale, alla qualità, all’innovazione e alla sostenibilità.

Abbiamo capito, soprattutto dopo gli anni della crisi, che è fondamentale anticipare ed interpretare i cambiamenti della società e che per farlo è necessario un cambiamento culturale, fare impresa in modo nuovo attraverso sinergie in tutta la filiera delle costruzioni”.

Gli incontri sono propedeutici al secondo corso di formazione  - in programma in autunno - dedicato all’edilizia offsite: due giorni tra teoria e pratica, partendo da un affondo sui nuovi paradigmi che caratterizzano l’edilizia del futuro, per arrivare a sperimentare, in un modulo interattivo e con l’aiuto di chi in Italia lo sta già facendo, nuovi modi di progettare.

 Scarica il comunicato stampa.